presentazione al geovillage di olbia della quarta edizione del diego dominguez rugby camp, 08 luglio 2010

 Home  profilo  i camp  testimonial  staff  partner  segreteria






presentazione al geovillage di olbia della quarta edizione del diego dominguez rugby camp: Si è svolta ieri mattina alle ore 12 presso il Geovillage Sport&Resort di Olbia, alla presenza di numerosi giornalisti la conferenza stampa di presentazione della quarta edizione del 'Diego Dominguez Rugby Camp'.




News

elenco news

08 Luglio 2010 - Presentazione al Geovillage di Olbia della quarta edizione del Diego Dominguez Rugby Camp


Olbia, giovedì 8 luglio 2010.

Si è svolta ieri mattina alle ore 12 presso il Geovillage Sport&Resort di Olbia, alla presenza di numerosi giornalisti la conferenza stampa di presentazione della quarta edizione del “Diego Dominguez Rugby Camp”.
A presentare l’iniziativa Diego Dominguez: uno dei più grandi rugbysti di tutti i tempi che ha giocato per molti anni nella Nazionale Italiana traghettandola nel Sei Nazioni; Angelo Cocciu, Assessore allo sport e alle politiche giovanili del Comune di Olbia, sostenitore del Rugby Camp fin dal suo insediamento nel ruolo di Assessore avvenuto tre anni fa;l’Ing. Gavino Docche patron del Geovillage la splendida location che ospita anche quest’anno la manifestazione e che è divenuta oramai una sorta di “casa” per il Diego Dominguez Rugby Camp che fa tappa ad Olbia fin dalla sua nascita 4 anni fa; Andrea De Rossi ex capitano della Nazionale azzurra, allenatore dei Cavalieri Prato (squadra di Top Ten) e Javier Dragotto, che con Diego Dominguez ha creato il Camp con la sua formula unica in Europa.

E’ stato l’Assessore Cocciu ad introdurre le motivazioni che spingono il Comune di Olbia a sostenere il Rugby Camp di Diego e a sottolineare l’importanza che ha anche per la crescita del rugby locale la presenza del Camp, di Dominguez e del suo staff ogni anno in Sardegna. Anche quest’anno ben 18 dei circa 50 partecipanti al camp sono ragazzi locali. Questo significa poter far crescere il movimento rugbystico di questa regione per quanto riguarda non solo i giovani ma anche gli allenatori e i tecnici che hanno la possibilità di vivere una settimana a contatto con Diego e il suo staff e di acquisire un bagaglio tecnico e umano importantissimo. Gavino Docche, patron di Geovillage ha ringraziato gli organizzatori del camp per il valore aggiunto, in senso sportivo, umano ed educativo che questa iniziativa ogni anno fa vivere a partecipanti, staff,sponsor. L’ingegner Docche, uomo di sport ha sottolineato con soddisfazione il fatto che, a dimostrazione della scelta vincente fatta quattro anni fa di diventare partner del rugby Camp, ci sono sponsor importanti che sostengono ogni anno l’iniziativa e che ogni anno nuove aziende significative decidono di entrare nel progetto. Un segnale davvero importante per promuovere questo sport dal valore straordinario e questa iniziativa che ogni anno cresce regalando grandi soddisfazioni. Diego Dominguez ha voluto cominciare ringraziando, oltre all’Assessore Cocciu e all’Ingegner Docche, Sky Sport che da al camp una copertura televisiva eccezionale (è infatti presente a seguire tutte le attività del camp giornalmente) e tutti gli sponsor. Sponsor che sostengono il Rugby Camp da più edizioni, partner consolidati e partner nuovi che hanno sposato la filosofia dell’iniziativa permettendo anche quest’anno di ripetere la formula unica del camp che prevede che la partecipazione dei ragazzi sia completamente gratuita poiché sono gli sponsor stessi a sostenere tutte le spese che permettono ai ragazzi di vivere un’esperienza unica di sport e di vita. Comune di Olbia, Geovillage, Poste Italiane, Cariparma, Conad, Kappa, Air (Associazione Italiana Rugbysti), Siglacom, Esternal, Meridiana Fly, Kinder+Sport, Canon, Olmografia sono gli importanti partner dell’iniziativa in questa edizione e Diego ha avuto per ciascuno di loro parole importanti e sentite che hanno reso evidente il legame, l’identità di vedute fra i valori di queste aziende e quelli del Diego Dominguez Rugby Camp fatti di una condivisione di valori, di etica e di intenti legati al rugby come scuola di vita ed esperienza formativa preziosa per i ragazzi. Interesse e curiosità dei giornalisti presenti riguardo alla formula del camp e riguardo ai dettagli operativi. Diego ha spiegato che ogni sponsor sceglie autonomamente i ragazzi da inviare al camp e che questa scelta diventa per le aziende anche straordinario veicolo di motivazione e di comunicazione interna.

I ragazzi che partecipano al Camp - ha spiegato Dominguez - non devono necessariamente conoscere già il rugby: è capitato negli anni precedenti che si siano appassionati e abbiano continuato a giocare a rugby dopo l’esperienza del Camp ragazzi e bambini che non avevano mai preso in mano una palla ovale o che ragazzi che facevano altri sport abbiano poi scelto di dedicarsi al rugby. C’è posto per tutti, dunque al Camp, che è fatto di rugby ma anche di altri sport: dal calcetto, al nuoto, all’ultimate,al beach-volley con un’attenzione particolare all’aspetto del regolamento e soprattutto di quella disciplina rugbystica che rappresenta una scuola straordinaria. Javier Dragotto ha spiegato, rispondendo ai quesiti dei presenti la formula del “tutto gratuito” per i partecipanti, sottolineando che il Diego Dominguez Rugby camp farà tappa fra 15 giorni a Roma, che l’anno scorso ha toccato Siena e che, per l’anno prossimo sono previste altre tappe per questo progetto in crescita che raggiungerà per la prima volta il sud e il Veneto. In questi quattro anni- dice Dragotto- nessun partecipante al Camp ha mai pagato per essere presente. Gli sponsor, che si fanno carico di tutto, hanno deciso di volta in volta i criteri di scelta dei ragazzi. Andrea De Rossi, ha portato la sua esperienza di questi anni in cui con il suo ex compagno di nazionale Dominguez ha partecipato come educatore al Camp evidenziando la gioia di stare con questi ragazzi ed ha raccontato come si svolge la vita del Camp e la ricchezza che si porta a casa da questa esperienza anche chi, come lui, è abituato ad allenare campioni.

La conferenza stampa si è svolta al quarto giorno di Camp. Seguendo la tradizionale formula, infatti, i ragazzi sono arrivati lunedì e rimarranno ad Olbia fino a sabato, quando, al mattino si svolgerà la consueta partita finale “a piedi nudi”, nella quale giocheranno insieme tutti i ragazzi, sia chi già conosceva il rugby, sia chi ha imparato a conoscerlo solo durante questa settimana. Da ieri sono presenti insieme allo staff di Dominguez anche i giocatori della Nazionale Gonzalo Garcia e Mauro Bergamasco.

Le foto della conferenza stampa: conferenza stampa Diego Dominguez Rugby Camp.




« Olbia: quarta edizione Diego Dominguez Rugby Camp | AIR: "fai meta con una e-mail" »

elenco news



Internet partner: Sigla.com
[www.sigla.com]